Perdita capelli: le cause e cosa fare per contrastarla

In questo articolo:

La perdita dei capelli è un fenomeno che desta spesso preoccupazione, non solo negli uomini ma anche nelle donne. Tuttavia non sempre c’è bisogno di allarmarsi in quanto la loro caduta è un processo del tutto fisiologico e naturale.

Perdita Capelli Cosa Fare Per Contrastarla

I problemi di calvizie iniziano però nel momento in cui i capelli persi non vengono rimpiazzati in maniera sufficiente dalla crescita di nuovi. Vediamo quindi quando bisogna iniziare a preoccuparsi, i diversi tipi di calvizie e i migliori rimedi.

Caduta dei capelli: quando preoccuparsi?

Caduta Dei Capelli Quando Preoccuparsi

Quante volte vi è capitato di svegliarvi e di ritrovare i vostri capelli sul cuscino, oppure di pettinarvi sotto la doccia e ritrovare piccoli ciuffi tra le setole? Spesso questi segnali creano molto allarmismo perché si pensa che la perdita di capelli sia anormale.

In realtà non bisogna preoccuparsi eccessivamente. Il capello infatti segue un suo ciclo vitale, suddivisibile in una fase di crescita, una di fortificazione e un’ultima di caduta. La perdita è quindi parte di un naturale fenomeno fisiologico, che può portare alla caduta di circa un centinaio di capelli al giorno.

Si verificano tuttavia dei casi in cui questa cifra viene ampiamente superata, le cui cause possono essere temporanee e legate a un temporaneo periodo di stress, oppure ad altri fattori più radicati come delle alterazioni ormonali, l’invecchiamento o più semplicemente alla genetica.

I segnali che indicano che bisogna iniziare a preoccuparsi per la caduta dei capelli sono:

  • l’insorgenza di aree dove la chioma è più diradata
  • un’attaccatura dei capelli più alta sulla fronte e sulle tempie
  • una frequente perdita di capelli quando non vengono spazzolati o toccati
  • la presenza di unghie fragili

In particolare l’ultimo punto relativo alla salute delle unghie è un indice di allarme molto particolare, perché potrebbe segnalare una carenza di cheratina, la proteina che costituisce la quasi totalità della struttura dei capelli.

Cosa fare se si perdono tanti capelli?

Se la perdita dei capelli inizia a essere consistente, allora è probabile che si stia andando incontro allo sviluppo dell’alopecia. Con questo termine medico si indica la caduta dei capelli parziale o totale, che può coinvolgere anche i peli del corpo.

L’alopecia, se grave, può portare alla calvizie e può colpire anche il sesso femminile. La caduta dei capelli nelle donne infatti è più frequente di quanto si possa pensare e ha cause identiche a quelle maschili.

Per capire come intervenire sulla perdita dei capelli è quindi necessario individuare fin da subito qual è il tipo di alopecia di cui si soffre rivolgendosi a un dermatologo. Solamente in questo modo si potrà trovare la causa scatenante e riuscire a risolvere il problema.

Le principali tipologie di alopecia

Alopecia Le Tipologie Più Comuni

L’alopecia può distinguersi in due grandi categorie: quella che comporta il diradamento dei capelli in una sola zona del capo, e quella diffusa in cui la perdita è uniforme su tutta la testa.

Andando invece più nello specifico, le tipologie di alopecia esistenti sono:

  • Alopecia androgenetica
  • Alopecia areata
  • Alopecia cicatriziale
  • Alopecia da trazione
  • Alopecia seborroica
  • Alopecia da stress

Alopecia androgenetica: cause e rimedi

L’alopecia androgenetica è alla base della maggior parte delle calvizie e coinvolge sia gli uomini che le donne. Le cause sono legate a una produzione eccessiva di androgeni, degli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali.

Solitamente nel sesso maschile causa la perdita di capelli delle tempie, mentre nel sesso femminile si osserva un diradamento più diffuso. Dato che questa tipologia di alopecia ha una fortissima componente ereditaria, se vi sono casi in famiglia è bene prevenire in anticipo il problema utilizzando integratori come Trikofast, in grado di contrastare i cambiamenti ormonali che si verificano con lo scorrere del tempo.

Alopecia areata: cause e rimedi

L’alopecia areata fa parte di quella tipologia di alopecia per le quali la caduta dei capelli interessa solo alcune parti della testa. In questi casi si creano delle vere e proprie chiazze in cui i capelli sono totalmente assenti. Le cause non sono ancora chiare, ma è probabile che si tratti di una reazione autoimmune in cui gli anticorpi attaccano e danneggiano i bulbi piliferi. Fortunatamente i follicoli piliferi non vengono danneggiati in maniera irreparabile, il che significa che i capelli persi possono tornare a crescere.

Poiché alla base dell’atteggiamento aggressivo del sistema immunitario vi è spesso una condizione di stress cronico, è consigliabile intervenire eliminando i fattori stressogeni e ridurre l’ansia anche attraverso l’uso di integratori naturali come Profevis. In molti casi, inoltre, il medico potrà consigliarvi un’apposita terapia farmacologica che nel giro di qualche mese stimolerà la completa ricrescita dei capelli.

Alopecia cicatriziale: cause e rimedi 

Con l’alopecia cicatriziale, a differenza di quella areata, si verifica la distruzione del bulbo pilifero. Le cause più frequenti sono i traumi dovuti a ustioni, malattie infettive o particolari virus che vanno a colpire direttamente il capello. Purtroppo in questi casi la perdita dei capelli è irreversibile e l’unico trattamento possibile è quello chirurgico attraverso il trapianto di nuovi follicoli.

Tuttavia rimane importante riuscire a ricevere una giusta diagnosi in tempo, così da arrestare il processo di caduta nel caso in cui questa sia dovuta a una malattia infettiva, che se non riconosciuta può avere conseguenze negative su tutto l’organismo.

Alopecia da trazione: cause e rimedi 

L’alopecia da trazione è facilmente riconoscibile e trattabile. Nel lungo periodo non compromette la futura ricrescita dei capelli perché il bulbo non viene compromesso, ma è solo la lunghezza del capello a essere danneggiata. Le cause sono da ricercare nei trattamenti e nei comportamenti aggressivi nei confronti della chioma, come ad esempio:

  • tinte, decolorazioni, stirature o permanenti eseguite male o con prodotti non adatti al proprio tipo di capello
  • esposizione a fonti di calore eccessive, come piastre e phon
  • acconciature come code di cavallo, trecce
  • utilizzo di fasce, fermagli ed elastici troppo stretti
  • applicazione di extension

Una parentesi a parte va invece aperta per la tricotillomania, un vero e proprio “tic” che porta la persona affetta a tirarsi o strapparsi i capelli. È un comportamento che tende solitamente a manifestarsi nei periodi di forte stress e di ansia da prestazione. Molto spesso è transitorio, ma può anche aggravarsi tanto da richiedere un trattamento psicologico.

In ogni caso, per l’alopecia da trazione i rimedi sono generalmente semplici e si basano principalmente sull’eliminazione dei comportamenti che danneggiano i capelli, portandoli all’indebolimento e alla caduta.

Alopecia seborroica: cause e rimedi

Come si può dedurre dal nome, l’alopecia seborroica è causata da una produzione di sebo superiore alla norma che provoca prurito, irritazioni e la caduta di capelli. Colpisce maggiormente gli uomini, in particolare nella fascia fra i 20 e i 30 anni e proprio per questo provoca molto imbarazzo tra i più giovani.

Riconoscerla è semplice, dato che l’eccesso di sebo oltre che il capo può coinvolgere anche le aree intorno alle orecchie, alle sopracciglia, al naso e alla bocca. Le cause scatenanti possono essere la cattiva alimentazione, alcune alterazioni ormonali o persino la presenza di alcuni funghi. Di conseguenza il consulto del medico si rivela fondamentale per chiarirne l’origine, così da trovare il giusto rimedio che può consistere nell’uso di particolari shampoo o nell’assunzione di integratori specifici per i capelli come Trikofast.

Alopecia da stress

L’alopecia da stress ha un’origine molto ovvia, che è per l’appunto lo stress stesso. È detta anche alopecia psicogena per via della sua origine psicologica. Nello stadio primario si osserva una perdita dei capelli superiore alla media, che crea preoccupazione dopo 3-4 mesi dall’esordio dell’evento stressogeno, quando iniziano a notarsi i primi segni di sfoltimento della chioma.

Per risolvere il problema la soluzione è quindi quella di riuscire a individuare ed eliminare il fattore di stress, prendendosi cura della propria salute mentale, anche utilizzando appositi integratori e rivolgendosi, se necessario, al supporto di una figura psicologica.

Come prevenire la perdita dei capelli

Perdita Capelli Cause Principali Fattori Di Rischio

La perdita dei capelli si può prevenire eliminando i fattori di rischio.

Nonostante la componente genetica giochi un ruolo importante, molte tipologie di alopecia e di calvizie possono essere evitate rivedendo alcuni comportamenti e abitudini di vita.

Alcune delle le cause che provocano la caduta dei capelli sono:

  • Il fumo
  • Il consumo di alcool
  • l’alimentazione
  • lo stress
  • l’esposizione a fonti di calore

Fumo e capelli

Il fumo provoca gravi danni a tutto il corpo, in particolare al sistema cardiocircolatorio e ai polmoni. Ciò può avere delle conseguenze negative anche sui capelli, poiché se i vasi sanguigni vengono compromessi possono venire a mancare la corretta ossigenazione e il nutrimento al capello. Ecco perché nei fumatori è frequente osservare delle precoci calvizie, dovuta alla vera e propria morte del capello per un mancato apporto di sostanze nutritive.

Alcool e capelli

I capelli funzionano come una vera e propria spugna nei confronti dell’alcool, tanto che attraverso alcuni esami si possono ritrovare nei bulbi tracce di alcolici assunti fino a 3 mesi prima del giorno di esecuzione del test. Gli scienziati hanno così scoperto una correlazione tra l’alcool e la caduta dei capelli dovuta agli effetti che questa sostanza ha sulla cheratina, la cui produzione viene compromessa causando problemi nella crescita dei bulbi piliferi.

Proprio a causa di ciò, in seguito all’assunzione di alcolici, è consigliabile utilizzare un integratore naturale per il drenaggio e la depurazione renale al fine di favorire lo smaltimento degli elementi tossici.

Alimentazione e capelli

Se non si mangia in maniera corretta, si vede anche dai capelli. Particolari tipi di carenze, oltre a causare un’opacizzazione e una debolezza della chioma, possono anche essere responsabili di alopecia e calvizie.

Tra le sostanze nutritive che contribuiscono alla salute dei capelli ci sono:

Il fabbisogno di questi elementi è facilmente raggiungibile con una corretta alimentazione basata sul modello di dieta mediterranea, ossia ricca di cereali, legumi, frutta e verdura fresca e povera di grassi saturi e carne rossa. Nel caso in cui doveste comunque far fatica a garantirvi un giusto apporto di proteine, potete sempre utilizzare un integratore proteico completo di tutti gli amminoacidi essenziali.

Stress e capelli

Avendo parlato dell’alopecia da stress, è già molto chiaro il ruolo che questo fattore ha sulla perdita dei capelli. Se normalmente una persona perde ogni giorno fino a un massimo di 100 capelli, durante i periodi stressanti il numero può salire persino a 300 o più.

Rivedere i propri ritmi di vita diventa quindi fondamentale per arrestarne la caduta, ma soprattutto per prendersi cura del proprio benessere mentale. Ritagliatevi sempre dei momenti della giornata per fare sport e rilassarvi, facendo attenzione soprattutto allo stress da lavoro correlato. Controllando l’ansia e la tensione noterete subito dei cambiamenti nella vostra chioma e anche in altre funzioni dell’organismo come la digestione e la capacità di concentrazione.

Fonti da calore e capelli

Un altro dei peggiori nemici dei capelli è il caldo. I capelli soffrono moltissimo dell’esposizione a fonti di calore come phon, piastre e persino il sole. Il fatto che in estate si ha la percezione di perdere un maggior numero di capelli, non è casuale ma è realmente così.  I raggi UV e i trattamenti aggressivi alterano le strutture dei capelli, seccandoli e indebolendoli. La soluzione migliore è quindi quella di evitare di esporre la chioma ad alte temperature, indossando cappelli e limitando tinte e messe in piega.

Se si prevede di passare un periodo al mare, a contatto anche con la salsedine, allora è consigliabile iniziare ad assumere a scopo preventivo un integratore come Trikofast, formulato proprio per la salute dei capelli.

Falsi miti da sfatare sulla perdita dei capelli

Falsi Miti Da Sfatare Sulla Perdita Dei Capelli

Tutti i consigli che vi abbiamo appena esposto sono utili per contrastare la perdita dei capelli. Nonostante ciò sull’argomento  esistono ancora tante credenze errate in circolazione, che nella totalità dei casi sono privi di basi scientifiche.

Ecco alcuni dei falsi miti sui capelli:

  • Se si tagliano i spesso i capelli, diventano più forti: FALSO
    Tagliare i capelli frequentemente serve solo a togliere doppie punte e altre imperfezioni di natura puramente estetica. Ciò non ha però alcuna influenza sulla salute dei capelli, dato che la loro crescita dipende dal bulbo pilifero che è situato alla base del cuoio capelluto.
  • Gli impacchi a base di olio prevengono la caduta dei capelli: FALSO
    L’usanza di applicare oli vegetali sui capelli, come quello di oliva, di mandorla o di avocado non protegge dall’alopecia. Il loro uso serve semplicemente a dare un aspetto più lucido alla chioma, senza tuttavia rinforzarlo dall’interno come invece si crede.
  • Lavare i capelli tutti i giorni ne provoca la caduta: FALSO
    Il problema del lavare spesso i capelli non è il lavaggio in sé, ma l’utilizzo del phon o della piastra durante il processo di asciugatura. Lavarsi i capelli è importante per la propria igiene e per prevenire l’alopecia seborroica. L’importante è utilizzare i giusti prodotti ed evitare di esporre poi la chioma a fonti di calore aggressive.

Se volete cercare di prevenire la perdita di capelli non credete alla maggior parte di queste vere e proprie leggende metropolitane, ma affidatevi sempre al consulto di un dermatologo che vi indicherà delle soluzioni personalizzate per voi.

Trikofast Integratore Naturale Contro Perdita Dei Capelli

Ottieni il 10% di sconto su tutto il carrello

Riceverai subito il codice vie email!

Valido solo per il primo acquisto.