Capelli che si spezzano: come prendersene cura (soluzioni)

In questo articolo:

I capelli che si spezzano sono una problematica molto comune, che si differenzia dalla perdita vera e propria. Quando si parla di caduta dei capelli infatti il danno avviene a livello della radice, ossia dal bulbo pilifero che si trova “ancorato” al capo. Se un capello si spezza, invece, la rottura avviene sulle lunghezze. La radice quindi non viene compromessa, ma il risultato sarà comunque quello di una chioma spenta e sfibrata.

Nei prossimi paragrafi vedremo come è possibile preservare i propri capelli dal rischio di rottura, individuando le cause e proponendo i rimedi naturali alla portata di tutti. 

Quali sono le cause dei capelli che si spezzano?

A chiunque sarà capitato almeno una volta nella vita di spezzare, anche accidentalmente, uno dei propri capelli. Ma i movimenti accidentali non sono l’unico motivo per cui un capello può rompersi.

I capelli possono spezzarsi a causa di: 

  • Utilizzo di accessori non adatti
  • Trattamenti estetici aggressivi
  • Esposizione eccessiva al sole
  • Inquinamento atmosferico
  • Carenze alimentari
  • Squilibri ormonali 
  • Stress psicologico

Tutti questi fattori possono essere suddivisi in due grandi categorie, quelli esterni (accessori non adatti, trattamenti estetici, esposizione a sole e smog) e interni (carenze alimentari, squilibri ormonali, stress). In alcuni casi può accadere che siano presenti anche due o più fattori in contemporanea. Di conseguenza, maggiori saranno i fattori presenti e maggiore sarà anche il rischio dei capelli di spezzarsi.

Andiamo quindi ad analizzare più nello specifico come e quanto ognuno di questi punti incide sull’aspetto della chioma, creando sia danni visibili a occhio nudo che non.  

Accessori per i capelli non adatti

Una delle cause dei capelli che si spezzano maggiormente sottovalutata è l’utilizzo di accessori non adatti. Stiamo parlando in particolare di elastici, pinze, mollette, forcine e fermagli. Questi oggetti vengono usati per creare acconciature più o meno semplici, spesso senza rendersi conto di quanto siano eccessivamente stretti o di quanto creano attrito sui capelli. Il risultato è che più si ricorre al loro utilizzo e più i capelli si indeboliscono nel tempo. Un esempio comune? Gli elastici in plastica o con decorazioni in metallo, che soffocano la chioma e spezzano i capelli ogni volta che questi vengono legati o sciolti. 

Trattamenti estetici aggressivi

Lo si nota a colpo d’occhio: capelli tinti o decolorati sono spesso quelli più sfibrati. Il perché è da attribuire ai prodotti chimici utilizzati durante i diversi trattamenti, che danneggiano la cuticola esterna, fondamentale per proteggere il cuore del capello.

Tra i trattamenti che danneggiano maggiormente la chioma possiamo elencare:

  • Tinte (inclusi colpi di sole e balayage)
  • Decolorazioni
  • Applicazione di extension
  • Stiratura chimica
  • Permanente e semipermanente

Diffidate da chi afferma che questi trattamenti non danneggiano il capello. Seppur fatti con la maggior cura e professionalità possibile, il danno sarà sempre certo. Meglio piuttosto ricorrere alle alternative naturali, che vedremo nei prossimi paragrafi.

Esposizione al sole 

Chi non si è mai lamentato dei capelli che si spezzano dopo l’estate? Il colpevole, in questo caso, è il sole. I raggi ultravioletti hanno la capacità di penetrare nei capelli danneggiandone la struttura. Se a ciò si aggiunge l’azione della salsedine, il mix può essere letale. La chioma, infatti, tenderà a sfibrarsi a causa di un progressivo indebolimento della cheratina, la proteina che costituisce la struttura dei capelli. 

Inquinamento atmosferico

Anche se risulta poco visibile agli occhi, lo smog soffoca i capelli, danneggiando l’intera lunghezza. Oltre a ridurre l’ossigenazione dei tessuti, e quindi diminuendo l’apporto di nutrimento al bulbo, l’inquinamento crea una patina sui capelli che li rende opachi e più assoggettati al crespo

Carenze alimentari

I capelli hanno bisogno di essere nutriti alla base. Quando il nutrimento non è sufficiente, ecco che tutta la chioma ne risente.

In particolare, le sostanze più importanti per il benessere dei capelli sono:

  • Vitamine del gruppo B, soprattutto B1, B2, B3 e B12
  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Vitamina D
  • Zinco
  • Ferro 
  • Rame 
  • Magnesio 
  • Silicio

Chi ne è carente può notare non solo una maggior tendenza dei capelli a spezzarsi, ma anche la loro caduta. Le cause della carenza possono essere sia correlate a un’alimentazione sbilanciata, sia a problemi di malassorbimento intestinale. In ogni caso bisognerà sempre indagare insieme al proprio medico. 

Squilibri ormonali

Gli ormoni giocano un ruolo importante con la chioma. Lo sanno bene soprattutto le donne in menopausa o chi ha problemi di ipotiroidismo. La crescita dei capelli segue infatti l’influsso degli ormoni. In seguito ad alterazioni di varia natura il capello può subire un assottigliamento, diventando così più esposto al pericolo di rompersi. 

Stress psicologico

Molti conoscono già il ruolo che lo stress psicologico e la stanchezza mentale hanno sui capelli, in particolare per il fatto che possono provocare la loro caduta. Oltre a ciò i capelli che non cadono possono spezzarsi con più facilità. La motivazione è da ricondursi al modo in cui l’ansia e lo stress influiscono sull’organismo, spesso alterando l’equilibrio ormonale, rallentando la crescita e rendendoli estremamente fragili.

Inoltre, in alcuni casi, quando si è molto stressati si tende involontariamente a sviluppare un comportamento dannoso per la chioma: stiamo parlando della tricotillomania. La tricotillomania è un comportamento anomalo per il quale, in presenza di forte tensione psicologica, ci si strappa parte dei capelli in maniera quasi inconscia, provocando nei casi più gravi persino macchie di alopecia.

Capelli che si spezzano: predisposizione e fattori di rischio

Chiunque può essere soggetto al problema dei capelli che si spezzano, in quanto le cause appena elencate possono coinvolgere chiunque. Tuttavia è anche vero che esistono dei soggetti maggiormente predisposti al rischio di rottura e sfibramento.

I fattori di rischio innati che aumentano le possibilità di rottura delle lunghezze dei capelli sono:

  • Avere i capelli biondi naturali, che in generale sono più fini rispetto a quelli di tonalità più scure
  • Avere i capelli lisci naturali, che a differenza di quelli ricci e mossi sono più delicati
  • Avere i capelli poco grassi, che si sporcano meno frequentemente. Solitamente chi ha una chioma di questo tipo produce minor sebo, la cui funzione è quella di creare una patina protettiva sui capelli.

In relazione a quest’ultimo problema è possibile ovviarne in parte spazzolando delicatamente e più volte al giorno la chioma, dall’attaccatura fino alle punte, così da stimolare la produzione di sebo e distribuirlo su tutte le lunghezze.

I rimedi per dire addio ai capelli che si spezzano

La rottura dei capelli si può evitare attraverso innumerevoli rimedi. Sono molte le soluzioni che permettono di avere dei capelli più sani, evitando che questi si spezzino ancor prima di concludere il loro ciclo di vita. Seguendo una serie di semplici accorgimenti è possibile favorire la crescita dei capelli, sia accelerando lo sviluppo delle lunghezze che rendendoli più folti.

Ecco quindi alcuni dei migliori rimedi per rinforzare i capelli fragili e renderli più forti:

  • Scegliere gli accessori adatti
  • Utilizzare tinture e prodotti naturali
  • Migliorare la propria alimentazione
  • Assumere integratori specifici
  • Limitare l’esposizione al calore
  • Applicare maschere nutrienti

Scegliere gli accessori adatti

In precedenza abbiamo visto in che modo gli elastici, le pinze e altri accessori sono in grado di danneggiare i capelli, causando la rottura delle lunghezze. Di conseguenza scegliere gli accessori adatti è un primo passo per avere una chioma più folta e piena.

Per non spezzare i capelli utilizzate solo questi accessori:

  • Scrunchies, appositi elastici in velluto
  • Foulard, da utilizzare al posto degli elastici e per creare acconciature eleganti e raffinate
  • Fasce per capelli in cotone, per raccogliere i capelli senza stressarli

Inoltre durante la notte, per chi ha una chioma lunga e vuole evitare la formazione di nodi, è possibile indossare delle apposite cuffie in seta che aiuteranno anche a  evitare l’effetto crespo al risveglio.

Utilizzare tinture e prodotti naturali

Non solo le tinte, ma anche molti prodotti utilizzati quotidianamente per detergere i capelli presentano al loro interno delle sostanze che indeboliscono la chioma, rendendola progressivamente sempre più spenta e sfoltita.

Tuttavia, come fare se non si vuole rinunciare alla tinta? Per risolvere il problema si può ricorrere all’utilizzo dell’henné naturale per capelli, un pigmento estratto dalle piante in grado di colorare i capelli. L’henné si può facilmente trovare in tutte le erboristerie, anche se sono sempre più diffusi i saloni di parrucchieri che lo offrono come alternativa alle tinture chimiche. Per utilizzare l’henné, che viene venduto sotto forma di polvere, è sufficiente diluirlo in acqua e lasciarlo in posa per alcune ore. Oltre a donare colore è ottimo anche per rafforzare i capelli poiché crea una patina protettiva naturale intorno alla loro struttura.

Per quanto riguarda invece la scelta dei prodotti per il lavaggio, come shampoo e balsamo, è consigliabile optare per linee naturali senza l’aggiunta di parabeni e siliconi. A questo scopo è molto utile imparare a leggere l’INCI, ossia l’etichetta specifica dei cosmetici. 

Migliorare la propria alimentazione

È impossibile pretendere di avere dei capelli sani e che non si spezzano se non gli si fornisce il giusto nutrimento. E in questo caso il nutrimento dipende proprio da ciò di cui ci alimentiamo noi. Una chioma folta e in buona salute necessita di un’abbondante dose di vitamine e minerali che devono essere in primis introdotte tramite la dieta.

Per rafforzare la propria chioma è quindi importante assicurarsi di mangiare quotidianamente almeno 5 porzioni tra frutta e verdure, consumandole preferibilmente crude o cotte a vapore per non disperdere i nutrienti. È inoltre consigliabile prediligere i cereali integrali rispetto a quelli raffinati perché più ricchi di magnesio, fosforo, ferro e zinco. Tra le fonti proteiche segnaliamo invece i legumi, anch’essi ottima fonte di minerali.

Allo stesso tempo non va dimenticata l’importanza dell’idratazione: uno dei trucchi per far crescere i capelli è proprio quello di bere almeno due litri di acqua al giorno. Il 12% dei capelli è formato proprio da questo elemento, che di conseguenza è fondamentale al pari di un’alimentazione sana.

Assumere integratori specifici

Già seguendo la giusta alimentazione è possibile osservare dei miglioramenti. Ma se volete ottenere dei risultati certi e migliorare ulteriormente l’aspetto della chioma, allora diventa necessaria l’assunzione di integratori specifici.

I prodotti appositi sono come un “concime” per i capelli, che consentono di avere dei miglioramenti che normalmente non sarebbe possibile ottenere, nonostante una dieta impeccabile. Questo perché alcuni integratori come Trikofast contengono al loro interno delle specifiche formulazioni a base di ortica, malva, trifoglio che contribuiscono naturalmente alla crescita dei capelli.

Gli integratori per capelli sono quindi altamente consigliabili sia per migliorare il loro aspetto, promuovendone l’allungamento, che a scopo preventivo per evitarne la caduta o la rottura.

Limitare l’esposizione al calore

I capelli entrano a contatto quotidianamente con fonti di calore: phon, piastre ma anche sole (in estate) e riscaldamento (in inverno). Tutto ciò può intaccarne la struttura, con il risultato di avere capelli che si spezzano facilmente.

Per limitare i capelli dalle fonti di calore è quindi possibile:

  • Tamponare la chioma con un panno in microfibra prima di procedere all’asciugatura con il phon, che deve essere fatta senza utilizzare la temperatura massima. 
  • Evitare l’uso di piastre e ferri, utilizzando piuttosto delle fasce o dei bigodini.
  • Indossare cappelli o foulard in estate
  • Utilizzare termoprotettori naturali

Si raccomanda anche di non lavare i capelli sotto l’acqua eccessivamente calda, utilizzando se possibile tiepida. Può inoltre essere di aiuto fare un ultimo risciacquo con l’acqua fredda, che aiuta a chiudere le cuticole. 

Applicare maschere nutrienti

L’applicazione costante di maschere nutrienti può fare la differenza. Queste devono essere scelte in base alla propria tipologia di capello, eventualmente facendosi aiutare anche da un esperto. Le maschere per capelli possono essere acquistate già pronte, avendo cura però di verificare la tipologia di ingredienti e la loro origine, oppure prodotte in maniera autonoma in casa. Spesso è sufficiente l’applicazione di olio di cocco, olio di karitè o olio di mandorle per ottenere di miglioramenti.

Le maschere nutrienti migliorano l’aspetto esterno dei capelli, nutrendoli anche all’interno. Un utilizzo continuo può quindi evitare che i capelli si spezzino con facilità, in quanto li rende più forti e meno fragili. Attenzione solo a non esagerare con la frequenza: l’ideale sarebbe applicare le maschere per capelli non più di 2 volte alla settimana, in base anche a qual è lo status di salute della vostra chioma.

 

Ottieni il 10% di sconto su tutto il carrello

Riceverai subito il codice vie email!

Valido solo per il primo acquisto.