Come eliminare la cellulite: rimedi e metodi di prevenzione

In questo articolo:

Per capire come eliminare la cellulite bisogna innanzitutto chiarire che cos’è realmente. Molte persone, infatti, tendono a confonderla con la ritenzione idrica, che in realtà non è altro che un accumulo di liquidi in eccesso.

Al contrario la cellulite è costituita da del tessuto adiposo situato al di sotto della cute che rende la texture della pelle irregolare, caratterizzandola con piccole fossette. Il motivo per cui in tanti desiderano eliminarla è prettamente estetico, ma come vedremo ci sono anche dei motivi medici per cui è opportuno trattarla.

Cellulite: che cos’è realmente?

La cellulite è un argomento molto trattato intorno al quale si sono diffuse anche numerosi falsi miti, spesso raccontati per scopi puramente commerciali.

Dal punto di vista medico sarebbe più corretto definirla con il termine di lipodistrofia localizzata. La cellulite è infatti in realtà un’alterazione del tessuto adiposo sottocutaneo che, per varie ragioni, cresce in maniera irregolare. In pratica le cellule adipose aumentano di volume, diventando quindi visibili a occhio nudo attraverso la pelle e creando il caratteristico effetto “a buccia di arancia”. Tale peculiarità può essere più o meno marcata, in base a diversi fattori estremamente soggettivi.

La cellulite è una malattia?

In alcuni casi la cellulite può essere considerata una malattia, anche se esistono pareri contrastanti a riguardo. I meccanismi che provocano l’ingrossamento delle cellule adipose hanno tuttavia delle cause patologiche, che non possono essere sottovalutate.

Il fatto di considerare la cellulite una malattia dipende principalmente dal suo livello di gravità. Nei casi più estremi gli accumuli di adipe possono infatti andare a comprimere il sistema microcircolatorio e alcuni fasci di nervi, creando infiammazione, problemi alla circolazione del sangue e alla sensibilità delle zone del corpo coinvolte. Tutto ciò potrebbe essere un motivo ulteriore che spinge a voler comprendere come eliminare la cellulite, o almeno a prevenire il suo peggioramento.

Quali sono i sintomi della cellulite?

Nelle sue fasi iniziali i sintomi della cellulite sono principalmente:

  • Irregolarità cutanee, come piccole bozze o avvallamenti sulla pelle
  • Gonfiore 
  • Ritenzione dei liquidi

Solitamente questi sintomi si presentano sulle cosce e sui glutei, ma possono comparire anche su addome e fianchi. Sono invece molto più rari, ma comunque esistenti, i casi in cui la cellulite colpisce anche le braccia.

Se la cellulite viene ignorata e non viene fatto nulla per migliorarne la sintomatologia, allora possono comparire altri sintomi.

I 5 segnali che indicano che la cellulite si sta aggravando sono:

  • Noduli di adipe duri al tatto
  • Aumento delle dimensioni delle irregolarità sulla pelle
  • Edemi
  • Sensazione di formicolio
  • Perdita di sensibilità

In tal caso il problema non va sottovalutato, al fine di evitare alcune pericolose complicazioni, fra cui la cellulite infettiva. La cellulite infettiva, infatti, è un’infezione della pelle causata da alcuni batteri che attraversano la barriera cutanea penetrando nella cute. Ciò accade in seguito al passaggio dei batteri tramite una lesione. Di conseguenza la cellulite può rappresentare un fattore predisponente, in quanto la pelle già compromessa risulta maggiormente esposta al rischio di danneggiamento.

Come si fa una diagnosi di cellulite?

Non tutti sanno che la cellulite può essere diagnosticata da un medico. In questo caso lo specialista a cui rivolgersi è solitamente un dermatologo, che ha una preparazione specifica proprio sui disturbi della pelle. Tuttavia anche il consulto di un angiologo potrebbe rivelarsi utile, soprattutto se la cellulite compromette la funzionalità del sistema linfatico e circolatorio generando edemi e gonfiori.

Per fare un diagnosi di cellulite il medico potrà quindi:

  • Fare una valutazione oggettiva dei sintomi
  • Chiedere informazioni sulle stile di vita, indagando su abitudini alimentari, farmaci assunti o altre patologie già diagnosticate
    Eseguire una termografia, una tecnica diagnostica che sfrutta gli infrarossi e la misurazione del calore per rilevare la presenza di cellulite, soprattutto quando questa risulta ancora a una fase iniziale e poco visibile
  • Eseguire un’ecografia per valutare la disposizione e la composizione degli accumuli di adipe presenti sotto la cute
  • Prescrivere un ecocolordoppler, un esame non invasivo e non doloroso che sfrutta gli ultrasuoni al fine di valutare lo stato di salute dei vasi sanguigni.

Tramite tutti questi esami il medico sarà quindi in grado di diagnosticare l’eventuale presenza della cellulite, diversificandola dalla ritenzione. Allo stesso tempo, se la diagnosi viene confermata, il paziente potrà avere chiaramente un quadro della sua situazione, del livello di gravità e di cosa fare per eliminarla.

Le cause della cellulite

Come eliminare la cellulite? Principalmente imparando prima a capire quali sono le cause, così da indivuiduare i rimedi adatti a contrastarle.

Le cause della cellulite possono essere:

  • Alterazioni ormonali
  • Problemi di circolazione
  • Stress eccessivo
  • Sovrappeso e obesità
  • Alcol e fumo

Ognuna di queste cinque cause può avere origini diverse, che dipendono o dalla predisposizione genetica oppure dal proprio stile di vita. Vediamo quindi di approfondirle singolarmente per capire quanto incidono e in che modo.

Alterazioni ormonali e cellulite

La cellulite è frequentemente ricollegabile a delle cause di origine ormonali, in particolare legate all’attività degli estrogeni. Una sovrapproduzione o sottoproduzione di questi ormoni può favorire l’insorgere del problema. Non a caso sono proprio le donne, cioè coloro più condizionate dall’influsso degli estrogeni, a manifestare i sintomi della cellulite: il ciclo mestruale, la gravidanza, la menopausa (ma anche la perimenopausa) e l’uso di contraccettivi sono infatti tutti fattori che possono influire sugli ormoni. Non devono però essere sottovalutate anche le patologie endocrine alla tiroide, motivo per il quale, seppur in rari casi, la cellulite può manifestarsi anche negli uomini.

Problemi di circolazione

La comparsa della cellulite può essere correlata anche a problemi di circolazione, come ad esempio la fragilità capillare o lo scarso ritorno venoso. Tutto ciò può infatti favorire la comparsa della cellulite in quanto correlata a problemi nel drenaggio linfatico, che provocano così un’infiammazione dei tessuti.

A sua volta la cellulite, una volta comparsa, può far peggiorare ulteriormente i problemi di circolazione già preesistenti, dando così il via a un circolo vizioso che non sempre è semplice da trattare correttamente.

Stress eccessivo

Recentemente si è osservato come anche lo stress ha un ruolo nella comparsa della cellulite. Le motivazioni sono sia dirette che indirette. Innanzitutto lo stress provoca direttamente un aumento del cortisolo, l’ormone dello stress, che favorisce l’infiammazione dei tessuti adiposi. In modo indiretto, invece, una continua tensione e stanchezza mentale può essere sfogata sul cibo, dando il via a cattive abitudini alimentari, che come vedremo fra poco hanno anch’esse un ruolo cruciale.

Sovrappeso e obesità

Poiché la cellulite è principalmente dovuta a degli accumuli anomali di adipe, è quindi ovvio che una delle cause scatenanti più condizionanti sia proprio un peso corporeo eccessivo. Chi è sovrappeso o obeso ha infatti una maggior numero di cellule adipose con una maggior tendenza a infiammarsi. Inoltre un peso superiore alla media è spesso correlato ad abitudini alimentari scorrette, con una dieta ricca di zuccheri e grassi. Entrambe queste sostanze sono direttamente responsabili delle alterazioni dell’adipe e della cellulite stessa.

Alcol e fumo

Il consumo frequente di alcol e fumo rientra fra le cause della cellulite, in quanto entrambe generano nell’organismo uno stato di infiammazione cronica. Inoltre tali elementi incidono negativamente sull’ossigenazione dei tessuti, compresi quelli adiposi, dando luogo alle irregolarità cutanee tipiche della cellulite.

Altri fattori di rischio

Oltre alle cause vere e proprio, nell’insorgenza della cellulite giocano un ruolo importante anche alcuni fattori di rischio. Esistono infatti dei soggetti che, per varie ragioni, sono più esposti al problema.

Tra i fattori di rischio che aumentano le probabilità di soffrire di cellulite ci sono:

  • Il sesso femminile (il 90% delle donne ne è affetta)
  • La familiarità 
  • L’utilizzo di abiti stretti

È invece un falso mito la credenza che la corsa possa predisporre alla cellulite. Non è infatti raro che vengano consigliate le camminate veloci rispetto alla corsa, in quanto secondo alcuni la maggior sollecitazione alle quali le gambe vengono sottoposte correndo darebbero origine a dei fenomeni infiammatori. In realtà tutto ciò è semplicemente una diceria popolare, senza alcuna base scientifica. Al contrario correre stimola la circolazione sanguigna e favorisce l’eliminazione dei cuscinetti di grasso, diminuendo di molto la cellulite.

Rimedi per eliminare la cellulite

Per eliminare la cellulite bisogna innanzitutto conoscerne le cause, così da migliorare il trattamento e renderlo maggiormente efficace.

In generale i trattamenti contro la cellulite sono efficaci se agiscono su questi 2 aspetti:

  • La riduzione del volume delle cellule adipose
  • Il ripristino di una buona circolazione sanguigna e linfatica

Di conseguenza se vi state chiedendo come eliminare la cellulite, ecco qui 5 rimedi efficaci:

  • Seguire un’alimentazione sana
  • Aumentare il livello di attività fisica
  • Utilizzare integratori naturali per il microcircolo
  • Regolare il quadro ormonale
  • Sottoporsi a massaggi drenanti o alla pressoterapia

Alimentazione e cellulite

Migliorare la propria alimentazione è una delle tecniche più efficaci per ridurre ed eliminare la cellulite. Esistono infatti dei cibi che rischiano di peggiorare il quadro clinico, così come ne esistono altri che al contrario possono offrire ottimi miglioramenti.

In particolare le scelte alimentari dovrebbero essere a favore di alimenti freschi e non processati, come frutta e verdura di stagione, cereali integrali e proteine magre. Possono inoltre essere di aiuto zuppe e frullati di latte e frutta fresca che grazie al loro alto contenuto di liquidi contribuiscono a migliorare la circolazione linfatica.

Al contrario se si soffre di cellulite sono da evitare i cibi come:

  • Salumi e affettati
  • Brodi e minestre liofilizzate
  • Snack già pronti

Il motivo è da ricondursi all’alto contenuto di sale che può avere effetti collaterali su tutto il sistema circolatorio, causando anche problemi di pressione e colesterolo alto.

Seguire una dieta più sana, inoltre, è inoltre di enorme beneficio per chi è in sovrappeso o obeso. Un’alimentazione corretta, dunque, aiuta anche a eliminare una delle principali cause della cellulite che è proprio il peso in eccesso.

Attività fisica e cellulite

Non esiste uno sport ideale per eliminare la cellulite. Qualsiasi genere di attività fisica è un rimedio ideale contro la “buccia d’arancia”. Non è infatti casuale che le persone che soffrono di cellulite sono nella grande maggioranza dei casi i soggetti più sedentari.

Ma attenzione: non basta dedicare 2 o 3 ore settimanali allo sport. Per eliminare la cellulite è necessario tenersi attivi quotidianamente, anche tramite delle semplici passeggiate o inserendo nelle pause lavorative delle brevi camminate. Muoversi aiuterà così a ripristinare la circolazione e a ridurre gli accumuli adiposi, migliorando l’aspetto della propria pelle.

Integratori naturali per la cellulite

Un ottimo rimedio contro la cellulite viene dagli integratori, in particolare da quelli come Equimel. La caratteristica che lo rende efficace è la capacità di supportare il microcircolo, svolgendo al contempo un’azione antiinfiammatoria. Per essere certi dell’efficacia di un integratore è però consigliabile leggere sempre la sua composizione.

Gli ingredienti immancabili in un integratore contro la cellulite sono:

  • L’ippocastano
  • La centella asiatica
  • L’equiseto

Ormoni e cellulite

Lo abbiamo già visto fra le cause: gli ormoni, e più nello specifico gli estrogeni, hanno un grande peso quando si parla di cellulite. Poiché molto spesso capita che la cellulite sia provocata da un disequilibrio ormonale è importante riuscire a intervenire anche su questo aspetto. Se le alterazioni sono dovute a fattori fisiologici del proprio corpo, come ad esempio dalla menopausa, allora potrebbe essere di aiuto un apposito integratore naturale come FiftyWell.

Nel caso in cui gli sbalzi ormonali siano causati da un malfunzionamento di alcune ghiandole, come l’ipofisi o la tiroide, allora è necessario intervenire insieme a un medico endocrinologo che potrà prescrivere un’apposita terapia farmacologica.

Massaggi, pressoterapia e cellulite

Tra i rimedi per eliminare la cellulite meno invasivi (e anche più piacevoli) ci sono sicuramente i massaggi e la pressoterapia. La manipolazione dei punti maggiormente colpiti dalla cellulite permette di mitigare il fastidio dato dall’edema e dal gonfiore che preme sui nervi, supportando allo stesso tempo la circolazione linfatica.

Prevenzione della cellulite

La cellulite, oltre a poter essere eliminata, può essere prevenuta. Le indicazioni per evitare la sua comparsa coincidono in gran parte con i rimedi, in particolare con l’invito a fare attività fisica e a mangiare in maniera sana.

Oltre a ciò per prevenire la cellulite è consigliabile:

  • Mantenersi sempre idratati, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno
  • Evitare di utilizzare scarpe con i tacchi
  • Applicare creme ad azione lenitiva e rinfrescante
  • Limitare i caffè
  • Eliminare alcol e fumo

In questo modo non solo troverete una risposta a come eliminare la cellulite, ma una volta sconfitta potrete anche prevenirne il suo ritorno, ottenendo così una pelle dall’aspetto sempre sano.

Ottieni il 10% di sconto su tutto il carrello

Riceverai subito il codice vie email!

Valido solo per il primo acquisto.